, In Evidenza, Slider

La flotta mondiale di Eurofighter ha raggiunto oltre 300.000 ore di volo. Eurofighter Jagdflugzeug GmbH ha confermato oggi questo risultato aggiungendo che, con 571 velivoli ordinati e 438 consegnati, il programma ha “conquistato livelli di affidabilità mai raggiunti”. “Oggi si registra un’altra importante tappa per il Typhoon. Nessun altro caccia al mondo può eguagliare l’affidabilità di questo aereo, sia per quanto riguarda gli aerei rischierati su basi avanzate, che per quelli in Quick Reaction Alert (servizio di allarme)”. Ha dichiarato Alberto Gutierrez, amministratore delegato di Eurofighter GmbH. In questo periodo i caccia Eurofighter sono impegnati in attività di protezione dello spazio aereo nei cieli dei Paesi Baltici per conto della Nato. Le aeronautiche di Italia, Regno Unito, Spagna e Germania svolgono, a rotazione, turni di sorveglianza in queste zone. “Continueremo – ha detto Gutierrez – ad assicurare che il Typhoon sia pronto e disponibile per qualsiasi missione”.

“Il nostro programma di progressivo miglioramento delle capacità operative – ha aggiunto il ceo – continuerà a dare i suoi frutti quando altri velivoli oggi sul mercato avranno esaurito il loro massimo potenziale di sviluppo. Quel che ci rende entusiasti è il fatto che ora si riconosca che l’Eurofighter sia un “moltiplicatore di forze”, nell’ambito delle operazioni combinate. Abbiamo effetto cinetico e flessibilità per offrire una eccellente capacità complessiva di velocità e di potenza. Aggiungeteci il record di affidabilità operativa in oltre 300.000 ore di volo e potete quindi capire il perché siamo fiduciosi nel futuro”. In occasione del traguardo raggiunto, Gutierrez ha ringraziato tutte le forze aeree, i dipendenti in tutta Europa impegnati nello sviluppo, nella produzione e nella logistica, così come le aziende coinvolte nel programma, tra cui Finmeccanica-Alenia Aermacchi.

Le prime 5.000 ore di volo sono state raggiunte dal programma Eurofighter nel 2005. 10.000 ore nel 2006 e 20.000 nel 2007. Nel 2008 la flotta di Typhoon ha superato le 50.000 e le 100.000 ore di volo sono state conseguite nel 2011. A luglio 2014, il consorzio Eurofighter annunciava che erano state raggiunte le 250.000 ore di volo mentre, contemporanemente, Eurojet, produttore dei motori EJ200 del Typhoon, celebravano mezzo milione di ore di volo sull’aereo. La flotta globale di Eurofighter è in servizio con 22 unità operative basate in Europa, Sud Atlantico e Medio Oriente. Il mese scorso, Stephen Phipson, a capo dell’organizzazione per il commercio e gli investimenti per la difesa UK, ha indicato potenziali nuovi clienti del caccia europeo. Tra questi, Malesia, Danimarca e Belgio, a cui si aggiunge il Kuwait con il quale – la campagna è di responsabilità italiana – i negoziati stanno andando “molto bene”. Phipson ha poi lasciato intendere che la partita per l’Eurofighter non è ancora chiusa in India e nemmeno in Qatar, nonostante entrambi i Paesi abbiano scelto il caccia Rafale. “I Rafale di cui l’India intende dotarsi sono 36, contro i 126 previsti – ha detto –, pertanto la competizione è ancora aperta”.