, In Evidenza

Airbus e China Aviation Supplies Holding Company (CAS) hanno siglato un accordo quadro (General Terms Agreement /GTA) per l’acquisto di 300 aeromobili Airbus da parte di vettori cinesi. Il GTA è stato siglato ieri a Parigi da Guillaume Faury, presidente di Airbus Commercial Aircraft e futuro ceo di Airbus, e da Jia Baojun, presidente di CAS, alla presenza del Presidente cinese XI Jinping in visita ufficiale, e del Presidente francese Emmanuel Macron.

Questo GTA, che verte sull’acquisto di 290 aeromobili della Famiglia A320 e 10 aeromobili della Famiglia A350 XWB, riflette la forte domanda dei vettori cinesi per l’insieme dei segmenti del mercato, in particolare per i voli interni, per quelli low cost, per quelli regionali e per quelli internazionali di lungo raggio. “È per noi un onore sostenere la crescita dell’aviazione civile cinese grazie alle nostre famiglie di aeromobili a corridoio singolo e di widebody”, ha dichiarato Faury. “Il rafforzamento delle nostre relazioni con la Cina dimostra la nostra costante fiducia verso questo mercato e il nostro impegno sul lungo termine nei confronti della Cina e dei nostri partner.”

Secondo le ultime previsioni sul mercato cinese effettuate da Airbus per il periodo 2018-2037, la Cina avrà bisogno di circa 7.400 nuovi aeromobili, fra cargo e passeggeri, nei prossimi 20 anni, vale a dire oltre il 19% dell’insieme della domanda mondiale che si attesta a circa 37.400 nuovi aeromobili. A fine gennaio 2019 la flotta Airbus in servizio presso operatori cinesi ammontava a circa 1.730 aeromobili, di cui 1.455 della Famiglia A320 e 17 aeromobili della Famiglia A350 XWB.