Mbda investe in UK, aperto il nuovo sito di Bolton

Di Michela Della Maggesa

La società missilistica Mbda, partecipata al 25% dall’italiana Leonardo e da un paritetico 37,5% da Airbus Group e Bae Systems, ha inaugurato il nuovo stabilimento di Bolton (UK), alla presenza del segretario di Stato alla difesa, Gavin Williamson. La nuova sede, realizzata in 5 anni a fronte di un investimento pari a 50 milioni di sterline, verrà utilizzata per la produzione di componenti missilistiche inerti e altri sistemi.

“Lo stabilimento di Bolton – fa sapere Mbda – aumenterà le nostre capacità di design, test e produzione e assicurerà al Regno Unito e alla nostra società il mantenimento di competenze in tecnologie complesse, nonché attività di produzione nel Nord-Est del Paese per i prossimi 25 anni e oltre”.  A Bolton Mbda produce missili impiegati dalle Forze Armate britanniche, tra cui Brimstone, Asraam, Camm (versioni Sea Ceptor e Land ceptor), Spear e il missile aria-aria di lungo raggio, Meteor, che a Bolton ha la sua linea di assemblaggio finale per tutti e sei i partner del programma e che equipaggia, tra gli altri, il caccia Eurofighter.

Durante la sua visita, Williamson ha partecipato alla ri-firma da parte di Mbda del programma Covenant, a supporto delle Forze Armate. “Questo investimento – ha detto il segretario alla difesa – sosterrà 700 posti di lavoro a Bolton e dimostra (in tempi di Brexit, ndr) quanto l’industria della difesa sia centrale per il Regno Unito. L’investimento di Mbda ha creato 100 nuovi posti di lavoro altamente qualificati, supportati dai 400 milioni di sterline di contratti assegnati dal governo”.