777X e Osprey, gli ultimi accordi di Boeing con il Giappone

Di Michela Della Maggesa

Boeing ha annunciato di aver raggiunto un accordo con il Giappone per il programma 777X. L’accordo finalizza un MoU dello scorso anno, firmato tra Boeing, Japan Aircraft Industries (JAI) e Japan Aircraft Development Corporation (JADC), che prevede la fornitura del 21% circa delle componenti maggiori del futuro widebody. Tra queste, sezioni di fusoliera, componenti alari, bulkhead e portelloni. “I nostri partner giapponesi – ha dichiarato Kent Fisher, vice president and general manager, supplier management, Boeing Commercial Airplanes – hanno garantito ottimi standard già con il programma 777”. Intanto nei giorni scorsi, l’alleanza Bell Boeing ha ricevuto dalla Marina Usa un contratto (foreign military sales) per fornire al Giappone, primo cliente export del velivolo, 5 V-22 Osprey. Il contratto riguarda convertiplani di Blocco C e include supporto, addestramento ed equipaggiamento. La macchina andrà alle forze terrestri. Tornando al fronte commerciale, Boeing ha ricevuto in questi giorni da FedEx un ordine per 50 B767 Freighter, a cui si aggiungono opzioni per altri 50 velivoli tutto merci. La commessa relativamente agli ordini fermi – la più grande mai ricevuta dal programma commerciale 767 -, è stata valutata circa 10 miliardi di dollari, a prezzi di listino.