, In Evidenza, Slider

Airbus Group ha annunciato di aver terminato la fase di concept per il nuovo Beluga XL, l’aereo che Airbus utilizza principalmente per trasportare da un sito all’altro le sezioni complete dei suoi velivoli. Adesso il programma passerà allo sviluppo, ovvero alla fase di dettaglio del design. “Siamo felici di essere arrivati a questo punto a meno di un anno dal lancio del programma”, ha detto Bertrand George, responsabile del Beluga XL. L’assemblaggio finale comincerà nel 2017, mentre il primo esemplare entrerà in servizio nel 2019. Il programma è stato lanciato nel 2014 per supportare il ramp-up di produzione dell’A350 XWB e degli altri velivoli commerciali che hanno aumentato il loro rateo di produzione. Basato sull’A330-200 Freighter, il Beluga XL sarà equipaggiato con motori Rolls Royce Trent 700. La flotta di Airbus sarà composta da 5 aeromobili che incrementeranno la capacità di trasporto del 30% rispetto all’attuale.
In questi giorni il costruttore ha altresì annunciato l’apertura dello stabilimento di Mobile, in Alabama, dove saranno assemblati i velivoli della famiglia A320. Al lavoro ci sono oltre 250 dipendenti specializzati, ora impegnati sul primo aeromobile Airbus. “La nostra produzione di aerei commerciali a Mobile significa due cose: che Airbus è diventato il primo produttore di aeromobili davvero globale e che ora è anche un produttore americano”, ha dichiarato Fabrice Brégier, presidente e ceo di Airbus. “Con l’aggiunta del nostro stabilimento negli Stati Uniti alla nostra rete di produzione in Europa e in Asia, abbiamo ampliato la nostra base industriale a livello globale”.
“Possiamo ulteriormente espandere la nostra presenza – ha aggiunto il ceo -, per altro già significativa, in America, il più grande mercato di aeromobili a corridoio singolo in tutto il mondo ed essere più vicini ai clienti e ai nostri più importanti fornitori partner”. Bregiér ha inoltre spiegato che la maggiore capacità industriale permetterà di aumentare la produzione per soddisfare la domanda a livello globale. L’annuncio di investire 600 milioni di dollari per realizzare la linea di Mobile era stato fatto nel 2012. Il primo Airbus made in Usa, un A321, è previsto in consegna nel 2016. Entro il 2018 lo stabilimento produrrà tra i 40 e i 50 aeromobili a corridoio singolo all’anno. Le previsioni di mercato di Airbus indicano una domanda nel corso dei prossimi 20 anni di circa 4.700 aeromobili single-aisle nel solo Nord America.