, In Evidenza

Continua l’espansione dell’industria aeronautica nell’Europa dell’Est. Il presidente di Airbus Helicopters, Guillaume Faury, alla presenza del segretario di Stato, Alexandru Nastase, ha posato a Brasov la prima pietra dello stabilimento destinato all’assemblaggio dell’ultimo elicottero della famiglia H, l’H215, evoluzione dell’AS332 C1e/L1e. L’impianto (10.000 metri quadrati) di Brasov, che si occuperà anche del servizio post-vendita, avrà una capacita di 15 macchine l’anno. Il primo elicottero è previsto nel 2017. Tutti gli H215 usciranno dalla linea di assemblaggio in configurazione ottimizzata, che potrà essere personalizzata successivamente, grazie ad una vasta gamma di opzioni denominata “shopping list”. Questo nuova modalità permette al costruttore di meglio rispondere alle specifiche del cliente nel settore utility, operazioni di peacekeeping e missioni di supporto logistico. “Il nostro obiettivo – ha detto Serge Durand, managing director Airbus Helicopters Industries – è offrire un concetto innovativo, fondato sulla standardizzazione degli equipaggiamenti, in grado di garantire tempi di produzione rapidi e costi di acquisizione competitivi”. In campo aeronautico la Romania ha esperienza nella manutenzione di aeromobili pesanti e programmi di upgrade.