Bene le prove in volo del C-27J dotato di winglets

Di Michela Della Maggesa

Finmeccanica-Alenia Aermacchi ha completato le prove in volo del C-27J modificato con l’aggiunta di winglets alle estremità alari (foto). La modifica è uno degli sviluppi pianificati per la macchina turboelica. Le winglets del C-27J, hanno lo scopo di migliorare le prestazioni nelle fasi di volo del decollo e della salita, migliorando il rapporto tra portanza e resistenza aerodinamica dell’ala e, fa sapere Alenia Aermacchi, “consentiranno di aumentare ulteriormente il divario di prestazioni fra il C-27J e i suoi concorrenti”. Le nuove alette di estremità alare porteranno anche benefici nei decolli su piste ad alta quota e in condizioni di alta temperatura ambientale e aumenteranno la capacità di carico, il raggio d’azione e consentiranno di ridurre i costi operativi dell’aereo.
Il primo volo del velivolo provvisto di alette si è tenuto con successo a Torino-Caselle a metà giugno. La campagna di sperimentazione in volo ha permesso di verificare i dati previsti in fase progettuale e ha fornito tutti gli elementi utili per decidere l’adozione delle alette come standard nel C-27J, anche nelle configurazioni armate e da sorveglianza dell’aereo, attualmente in fase di sviluppo. Le winglets comprendono componenti realizzate con la tecnologia 3D Additive Manufacturing. Le caratteristiche e le proprietà del materiale sono state verificate e approvate dal Laboratorio di Ingegneria di Finmeccanica-Alenia Aermacchi di Pomigliano