, In Evidenza, Slider

Il primo trimestre 2016 di Enav, il cui resoconto di gestione è stato appena approvato dal CdA, ha registrato una buona performance, trainata dalla ripresa del traffico aereo, nonostante la stagionalità dei flussi, che in questo momento dell’anno segnano i livelli più bassi di attività. In particolare, il traffico di rotta complessivo in Italia ha mostrato un incremento dei voli assistiti a 360.702 pari a +0,3% rispetto al primo trimestre 2015 e del numero delle unità di servizio (una misura convenzionale ponderata che tiene conto del peso dell’aeromobile e, nel caso del traffico di rotta, anche della distanza percorsa dallo stesso) a 1.587.750 (+2,4%). La crescita è stata trainata dalla componente di voli internazionali (+5,1% in termini di numero voli). Il traffico di terminale complessivo ha presentato un analogo andamento positivo in termini di voli assistiti, che hanno raggiunto i 166.912, in crescita dell’1,4% rispetto al primo trimestre 2015 e di unità di servizio che si sono incrementate del 4,6% a 188.800 rispetto al 31 marzo 2015. I ricavi consolidati arrivano a 177,4 milioni di euro (+5,3% rispetto al 2015), mentre l’EBITDA si attesta a 28,0 milioni di euro (+34%). Il risultato netto migliora a -8,8 milioni di euro per effetto della stagionalità.