Cambio della guardia per U.S. Navy e U.S. Army

Di Alessandra Micelli

Sono stati nominati il nuovo comandante dell’Esercito e il capo delle Operazioni navali statunitensi. Prima del passaggio della staffetta, però, si attende la conferma del Senato.
Il primo, Mark Milley, sostituirà il generale Raymond T. Odierno, in carica dal 2011. Attualmente è comandante dell’ US Army force command di Fort Bragg, in Carolina del nord. Stupisce la sua provenienza: non giunge infatti dall’accademia militare statunitense ma da Pinceton e dalla Columbia, dove ha rispettivamente conseguito laurea e master. Non è il primo, però: tra i predecessori Colin Powell, laureatosi al City college di New York. Il futuro comandante dell’Esercito Usa ha sino a oggi ricoperto importantissimi ruoli come comandante sia nelle forze speciali che nelle unità di fanteria leggera, ed è uno dei generali più apprezzati nell’ambiente militare.
L’ammiraglio John Richardson, invece, succederà a Jonathan Greenert. Il nuovo capo delle operazioni statunitensi vanta una prestigiosa carriera nella Marina militare con notevoli competenze sottomarine. Attualmente dirige il programma di propulsione nucleare della Marina.