Addestramento congiunto per F-35, T-346A e G550 CAEW

Di Michela Della Maggesa

Lo scorso 16 marzo, ad Amendola, sede del 32° Stormo dell’Aeronautica militare, primo Reparto in Europa a ricevere l’F-35, si è svolta un’attività addestrativa con i velivoli JSF in dotazione al 13° Gruppo e con assetti T-346A provenienti dal 61° Stormo di Galatina. L’attività congiunta è stata organizzata allo scopo di approfondire i principali temi di interesse comuni nel campo dell’addestramento avanzato, al fine di preparare al meglio i piloti neo-brevettati destinati ai sistemi d’arma di quarta e quinta generazione. All’addestramento in volo ha preso parte anche uno dei due G550 CAEW (Conformal Airborne Early Warning) dell’AM. Tutta l’attività è stata coordinata dal personale controllore della Difesa Aerea. Il CAEW, piattaforma di recente acquisizione, si configura, assieme ad altri assetti, APR compresi, quale enabler alla gestione complessiva dello scenario e parte di quella stessa architettura di componente funzionale idonea a conferire consapevolezza situazionale all’operatore e al decisore, attraverso la sorveglianza e la ricognizione. La piattaforma è in forza al 71° Gruppo volo del 14° Stormo di Pratica di Mare. In particolare, il velivolo G-550-CAEW, attraverso un sistema multi sensore (radar early warning di scoperta, sistema ESM e Data link tattico) assicurerà la capacità Airborne Early Warning–Battle Management/Command and Control (AEW-BM&C2) e costituirà uno strumento per garantire una persistente capacità di sorveglianza della situazione operativa, sia in contesti nazionali (Homeland Defence/Security) che internazionali (specie in contesti di OFCN), consentendo di estendere la capacità di avvistamento e scoperta della difesa aerea, aumentando lo spazio aereo tenuto sotto sorveglianza anche alle basse e bassissime quote e per minacce di ridottissime dimensioni. Inoltre permetterà di integrare la funzione di controllo della situazione tattica con quella di comando (Airborne Command and Control) e di assicurare capacità di Electronic Surveillance (ES). Il sistema è in grado di operare in modalità network enabled nel settore del C4ISTAR, permettendo il conseguimento dell’Information Superiority nell’area di responsabilità, mare compreso.