, In Evidenza

“La società ha rafforzato la propria posizione nel mercato degli elicotteri civili e para-civili, mentre ha mantenuto la propria posizione nel mercato militare”. Sintetizza così il 2016 Airbus Helicopters, divisione elicotteristica del colosso europeo, che ha reso pubblici i risultati relativi allo scorso anno. Le consegne sono state 418, del 5% in più rispetto al 2015. Gli ordini hanno riguardato 388 elicotteri, mostrando un andamento sostanzialmente stabile rispetto al 2015 (383). Di queste commesse, 188 sono state per elicotteri monomotore leggeri, 166 per i bimotore leggeri (H-133 e H-145) e 23 per la famiglia Super Puma. A fine 2016, si è registrato un retroattivo complessivo di 766 velivoli. Ne consegue una flotta di circa 12mila elicotteri per oltre 3mila operatori, con circa 90 milioni di ore di volo registrate nel corso dell’anno.

“Le sfide multiple affrontate nel 2016, hanno aumentato la nostra risolutezza nel supportare i nostri clienti con un impegno sempre crescente per la qualità e la sicurezza, facendo leva sul più moderno portafoglio di prodotti e servizi”, ha dichiarato il ceo di Airbus Helicopters Guillaume Faury (in foto). “Per l’industria elicotteristica, l’intero 2016 è stato probabilmente l’anno più difficile dell’ultimo decennio. Nonostante un mercato impegnativo, abbiamo consegnato i nostri obiettivi operativi e siamo andati avanti con l’esecuzione del nostro piano di trasformazione”, ha aggiunto.

Airbus Helicopters 2016

In campo militare, i maggiori successi del 2016 di Airbus Helicopters hanno riguardato l’H225M, selezionato da Singapore e Kuwait, l’H135 e l’H145 scelti per l’addestramento dell’esercito britannico, la variante MBe del’elicottero navale AS565 Panther, con le prime consegne a Messico e Indonesia, e l’NH90 Sea Lion per la Marina tedesca, volato per la prima volta a dicembre. In ambito civile, è entrato in servizio il primo H175, mentre è arrivato dalla Cina il maxi ordine per 100 H135. Per il 2017, si attendono i primi ordini per l’elicottero di nuova generazione H160, che procede con le attività di test e collaudo.