, In Evidenza, Slider

Terminato l’impiego operativo nel teatro afgano del velivolo EC-27J JEDI (Jamming and Electronic Defense Instrumentation) dell’Aeronautica Militare destinato ad attività di guerra elettronica. Il primo velivolo EC-27J JEDI, comunemente chiamato JEDI, è arrivato ad Herat nel 2012 e nei tre anni di attività in Afghanistan ha supportato più di 800 missioni ISAF, per un totale di oltre 2800 ore di volo. L’impiego dell’EC-27J JEDI si è dimostrato fondamentale in tutte le operazioni, dato il supporto tattico e strategico, grazie al quale ha garantito una cornice di sicurezza nelle aree d’impiego, supportando le missioni ISAF attive su tutto il territorio afghano. Il risultato conseguito dal JEDI è il frutto dell’esperienza acquisita dal personale del ReSTOGE (Reparto Supporto Tecnico Operativo di Guerra Elettronica), di stanza presso la 9^ Brigata Aerea ISTAR-EW di Pratica di Mare, insieme all’operato dei naviganti e degli specialisti del 98° Gruppo Volo della 46^ Brigata Aerea di Pisa.