, In Evidenza

Galileo, il sistema satellitare di navigazione dell’Europa, è più vicino al suo completamento: sono stati mandati in orbita oggi i satelliti 9 e 10 dalla Base di lancio europea in Guiana francese, mediante un razzo vettore Soyuz. Come annuncia l’Agenzia spaziale europea (Esa), il lancio è avvenuto alle 11 di ieri sera ora locale, le 4 di questa mattina in Italia. Prima della fine dell’anno verranno lanciati altri due satelliti Galileo; quando sarà pienamente in funzione, il sistema sarà composto da 30 satelliti più varie infrastrutture su suolo terrestre.
“La produzione di satelliti ha raggiunto un ritmo regolare” ha dichiarato Didier Faivre, direttore Esa del programma Galileo e delle attività di navigazione. “Tutti i test effettuati sui satelliti Galileo hanno dato riscontri estremamente positivi. Continuiamo a svolgere il lavoro tecnico insieme alla Commissione europea perché il programma Galileo continui ‘per sempre’: l’obiettivo è assicurare continuità sul lungo periodo ai sistemi di navigazione dell’Europa, in modo da garantire un livello di prestazioni pari a quello degli altri sistemi satellitari di navigazione globali”.
Il progetto è un buon esempio di cooperazione fattiva tra Stati membri nell’ambito di una politica dell’Unione europea. I satelliti che verranno lanciati entro l’anno sono già stati testati al Centro tecnico dell’Esa di Noordwjik, in Olanda. Altri satelliti Galileo sono in corso di realizzazione da parte della compagnia Ohb a Brema, in Germania, mentre il loro carico pagante proviene dalla società britannica Surrey satellite technology e utilizza elementi forniti da tutta Europa.
Per quanto riguarda l’industria italiana in Galileo, si segnala il ruolo svolto da Telespazio, che ha realizzato presso il Centro Spaziale del Fucino (L’Aquila) uno dei due centri di controllo che gestiscono la costellazione e la missione del programma. Attraverso Spaceopal, società costituita in joint venture paritetica con DLR GfR, Telespazio è responsabile delle operazioni e della logistica integrata dell’intero sistema garantendo la gestione e il coordinamento dei servizi.