, In Evidenza

Circa 380 milioni di euro. A tanto ammonta il nuovo contratto siglato in Polonia da Leonardo, relativo alla fornitura di quattro elicotteri AW101 e un pacchetto completo di servizi di supporto logistico e addestramento. Ad agire da prime contractor e da responsabile per l’esecuzione sarà PZL-Świdnik, parte della Divisione elicotteri dell’azienda di piazza Monte Grappa e sede della sua presenza industriale in Polonia. I velivoli sono destinati a impieghi navali multiruolo, diretti a potenziare in maniera significativa le capacità della Marina militare polacca, e a dimostrarlo c’era la presenza alla firma del premier e del ministro della Difesa della Polonia, Mateusz Morawiecki e Mariusz Błaszczak, insieme all’ad di Leonardo Alessandro Profumo.

I DETTAGLI

 

PZL-Świdnik è stata scelta dopo un’attenta valutazione, dimostrandosi capace di soddisfare tutti i requisiti della Difesa polacca. D’altra parte, lo stabilimento già svolge un importante ruolo nella produzione di tutti gli AW101 ordinati nel mondo. Per la Polonia, gli AW101 saranno destinati a vari compiti, compresi il contrasto alle minacce sottomarine, la ricerca e soccorso e il recupero di personale, con consegne entro il 2022. La firma del contratto fa tra l’altro seguito al recente accordo di offset, con un valore di circa 90 milioni di euro.

LE PAROLE DI PROFUMO…

“Siamo orgogliosi di questa ulteriore dimostrazione di fiducia in Leonardo da parte del ministero della Difesa polacco”, ha detto Alessandro Profumo. “Oggi vediamo confermato ancora una volta il nostro ruolo di partner chiave nella difesa nazionale, nel sostegno alla modernizzazione delle Forze armate e per l’ulteriore crescita tecnologica e industriale della Polonia. Siamo impegnati – ha aggiunto – a rafforzare ancora la nostra presenza e il nostro contributo verso il Paese, uno dei mercati domestici di Leonardo nel quale esistono ulteriori significative opportunità di collaborazione in futuro”.

…E DI CUTILLO

Gli ha fatto eco Gian Piero Cutillo, capo della Divisione Elicotteri di piazza Monte Grappa. La fornitura degli AW101 alla Polonia, ha spiegato, “consentirà alla sua Marina Militare di soddisfare i suoi rigorosi requisiti per garantire la sicurezza nazionale nel Mar Baltico e per le operazioni in ambito Nato. Permetterà inoltre di svolgere missioni di salvataggio nelle condizioni più estreme e con livelli di efficacia senza pari, beneficiando della leadership di Leonardo nel campo degli elicotteri navali. Inoltre, l’ampia collaborazione industriale prevista dall’accordo di offset garantirà sicurezza e autonomia gestionale nell’impiego della flotta”.

LEONARDO IN POLONIA

In più, al fine di consolidare ulteriormente la propria presenza in Polonia e favorire lo sviluppo del business, Leonardo ha costituito Leonardo Poland, con sede a Varsavia e con il compito di presentare e promuovere l’intera gamma di tecnologie e prodotti. “Sosterrà i clienti per l’intero ciclo di vita dei diversi programmi – spiega piazza Monte Grappa – svilupperà nuove collaborazioni con l’industria polacca e garantirà maggior vicinanza a tutti gli stakeholder locali”. A presiederla sarà Marco Lupo, a cui spetta il compito di rafforzare i rapporti con i clienti e gli stakeholder polacchi e rendere ancor più solida l’importante presenza di Leonardo nel Paese.