Leonardo lancia la Training Academy a Philadelphia

Di michele

Una nuova Academy a Philadelphia per l’addestramento di piloti e manutentori, e una partnership nell’ambito del monitoraggio delle infrastrutture critiche. Sono le due novità da registrare per Leonardo, il maggior player italiano nel settore della difesa, aerospazio e sicurezza. Guidata dall’ad Alessandro Profumo, l’azienda sta partecipando in questi giorni al salone americano Heli-Expo, in corso ad Atlanta. Proprio da lì è arrivato il primo annuncio di giornata, legato a un’altra novità importante sul fronte della simulazione: l’avvio della produzione del primo simulatore Full Motion al mondo per il convertiplano AW609 e l’intenzione di introdurre il primo simulatore americano per l’AW169.

IL RUOLO DI LEONARDO

Saranno installati presso la nuova Training Academy di Leonardo, il cui completamento è previsto per il 2020 attraverso un investimento pluriennale di 65 milioni di dollari. L’obiettivo dell’azienda di piazza Monte Grappa è soddisfare la domanda crescente di servizi completi destinati a piloti, equipaggi in cabina e tecnici addetti alla manutenzione, in considerazione della costante espansione della flotta elicotteristica in tutto il continente americano. Considerando il solo nord America, la flotta elicotteristica è più che raddoppiata negli ultimi dieci anni, passando da oltre 200 a più di 450 unità. Lo stabilimento Leonardo di Philadelphia ha fortemente contribuito a questo con la consegna di oltre 550 elicotteri, fornendo inoltre servizi di assistenza a più di mille macchine. Nel 2018, sono stati oltre 10mila gli studenti formati da Leonardo in tutto il mondo tra piloti e manutentori di elicottero.

LE NOVITÀ DELL’ACADEMY…

Tra le novità della Training Academy americana ci sarà il primo simulatore Full flight al mondo del convertiplano AW609 e il primo simulatore americano dell’elicottero AW169. I simulatori full motion di questo tipo dedicati a AW609 e AW169 saranno realizzati in collaborazione con CAE e basati sul modello CAE 3000 Series FFS. La nuova Training Academy ospiterà anche Rotorsim USA, la joint venture di Leonardo e CAE che ha fino ad oggi erogato quasi 250mila ore di addestramento al volo per gli elicotteri di Leonardo. Tra l’altro, la Training Academy statunitense adotterà lo stesso approccio di quella italiana di Sesto Calende (provincia di Varese), fornendo addestramento a terra e in volo, corsi digitalizzati, attività di volo, simulazione, addestramento alla missione e per la manutenzione.

… E LE ATTIVITÀ A PHILADELPHIA

In particolare, saranno realizzate aree dedicate ai clienti e una vasta serie di sistemi di addestramento alla manutenzione e al volo per i prodotti AW119, AW109, AW139, AW169, AW609. I nuovi sistemi permetteranno di verificare in tempo reale i progressi compiuti dagli studenti in fase di formazione, consentendo il costante monitoraggio del livello di apprendimento e competenza di ciascun studente. “Leonardo – spiega una nota – conferma ancora una volta il suo forte impegno verso il continuo miglioramento della sicurezza, dell’efficacia della missione e della vicinanza al cliente unita alla tecnologia più all’avanguardia, in linea con il Piano industriale”.

L’ACCORDO CON RINA

Nel frattempo, è arrivato da Roma l’annuncio dell’accordo siglato con RINA, azienda di certificazione e servizi a supporto dell’ingegneria, per avviare una partnership nell’ambito del monitoraggio strutturale delle infrastrutture critiche. Il Memorandum of Understanding (MoU) fa leva sulle rispettive competenze e tecnologie sviluppate nei settori di riferimento, e pone l’obiettivo di creare sinergie tra Leonardo e RINA per sviluppare congiuntamente proposte tecnologiche operative in ambito sia nazionale che internazionale. Tramite la Divisione Cyber Security e le joint ventures Telespazio e e-Geos, l’azienda guidata da Alessandro Profumo concorderà con RINA ogni singola opportunità di business, definendo, di volta in volta, il miglior modello di cooperazione, sulla base della specifica opportunità da perseguire e delle eventuali indicazioni da parte dello specifico potenziale cliente.

IL CONTRIBUTO DELLE DIVISIONI

In termini tecnologici e di capacita operative, Leonardo contribuisce allo sviluppo della partnership con la propria capacità di dispiegare sistemi di monitoraggio e controllo complessi, che includono sensori, reti di comunicazioni sicure, sale operative, cyber protection, data center, unitamente alla profonda capacità di analisi dei dati- Poi, soluzioni di immagini verranno veicolate tramite Telespazio ed e-Geos, attive nei servizi satellitari di osservazione e di monitoraggio della terra anche a supporto di misure interferometriche. Da parte sua, RINA contribuisce all’accordo grazie alla componente di know how di sintesi e applicabilità operativa, inteso come analisi strutturale delle opere, architettura di sistema, tipologia e posizionamento dei sensori e di elaborazione di piani di manutenzione adeguati.