, In Evidenza, Slider

Lockheed Martin ha confermato di aver consegnato agli Stati Uniti 22 dei 36 F-35 previsti per quest’anno e di essere fiduciosa di riuscire a consegnare i rimanenti 14 nel giro dei prossimi due mesi. “Riusciremo a completare le consegne”. Ha detto alla Reuters, Mike Rein, portavoce del prime contractor del programma JSF, spiegando che 12 dei 14 caccia in oggetto stanno in questo momento volando e portando a termine alcune prove motore. Gli altri due invece potrebbero completare i collaudi previsti già i primi di novembre. Intanto, i primi due caccia si stanno preparando per l’accettazione da parte del governo americano. I ritardi nei collaudi e nelle consegne sono da imputare alla messa a terra di tre settimane, avvenuta a seguito dell’incidente di giugno, causato da un difetto al motore e dall’incremento della documentazione realtiva al passaggio dal quinto al sesto lotto di produzione dei caccia F-35. Lockheed Martin ha inoltre confermato di essere in trattativa con il Pentagono per finalizzare il contratto da 4 miliardi di dollari per l’ottavo lotto di JSF. La tranche comprende in tutto 43 caccia destinati, oltre che agli Usa, all’Italia, a Israele, Norvegia, Regno Unito e Giappone. Intanto, nei giorni scorsi, il motorista, Pratt & Whitney ha concluso l’accordo relativo al settimo lotto di F-135.