, In Evidenza, Slider

“Sikorsky completa il nostro portafoglio di prodotti e tecnologie per la difesa”. Così Marillyn Hewson, Lockheed Martin presidente e ceo, annunciando il raggiungimento dell’accordo per l’acquisizione della casa elicotteristica da United Technologies Corporation. “Sono fiduciosa – ha aggiunto – che questa acquisizione ci aiuterà ad estendere il nostro core business al segmento dell’ala rotante”. La transazione è stata valutata 9 miliardi di dollari, ma si ridurrà a 7,1 per effetto degli sgravi fiscali. L’accordo, ora soggetto ai via libera governativi, dovrebbe completarsi – stando a quanto riferisce la stessa Lockheed Martin – nel quarto trimestre del 2015 o al più tardi nel primo del 2016. L’acquisizione non impatterà sul ritorno agli utili di Lockheed fissato al 2017. Sikorsky sarà allineata alla divisione Mission Systems and Training (MST). Parallelamente Lockheed Martin opererà una revisione strategica dei suoi servizi governativi IT (Information Systems & Global Solutions), nonché di alcune attività missilistiche. La revisione rappresenterà circa 6 miliardi delle vendite previste per il 2015 e 17.000 addetti. “Questa revisione, dettata dallo spostamento delle dinamiche di mercato, rafforzerà la nostra posizione globale, permettendoci di portare avanti una crescita sostenibile e di consegnare valore ad azionisti e clienti”. Ha spiegato Marillyn Hewson.