, In Evidenza

Nuovo record assoluto per l’aeroporto “Leonardo da Vinci” sul fronte della qualità dei servizi ai passeggeri. Secondo le rilevazioni indipendenti effettuate da Airport Council International – l’associazione internazionale che misura attraverso interviste ai viaggiatori la qualità percepita in oltre 300 aeroporti in tutto il mondo – nel terzo trimestre 2018 Fiumicino registra il record storico assoluto, toccando quota 4,44 punti (su una scala dove il massimo è 5). Per la prima volta nelle classifiche mondiali dell’associazione, Fiumicino si attesta al primo posto tra gli hub del “mondo occidentale” nel gradimento dei viaggiatori a livello globale, superando tutti gli scali americani ed europei con più di 40 milioni di passeggeri.

Il record del terzo trimestre rappresenta un riscontro importante della capacità di gestione di Fiumicino nei mesi di picco di traffico della stagione estiva e rafforza ulteriormente il posizionamento del Leonardo da Vinci, che per la settima rilevazione consecutiva – fin dal primo trimestre 2017 – supera i più importanti scali europei come Monaco, Londra, Amsterdam, Barcellona, Madrid, Parigi.  Tra i servizi che hanno registrato la crescita più significativa nell’apprezzamento, i varchi elettronici, gli e-gates, per i quali Fiumicino è diventato l’aeroporto al mondo con il più alto tasso di passeggeri a poter utilizzare il controllo elettronico dei passaporti, ormai accessibile, oltre che ai viaggiatori europei, anche a statunitensi, sudcoreani, giapponesi, australiani e neozelandesi. Risultato ottenuto grazie al lavoro fatto da AdR di concerto con ambasciate, ministero degli Esteri, ministero degli Interni ed Enac.

“I risultati della classifica ACI dimostrano che abbiamo raggiunto a livello internazionale l’eccellenza nei servizi e nel comfort offerto ai passeggeri dall’aeroporto di Fiumicino. Ora ci poniamo un nuovo traguardo: affiancare le compagnie aeree presenti a Fiumicino nella complessa sfida della competitività del mercato del trasporto aereo mondiale, in una logica di sistema e a vantaggio dell’attrattività del nostro Paese”. Ha dichiarato l’amministratore delegato di Atlantia, che controlla AdR, Giovanni Castellucci.