Petitcolin, Safran: ASL sarà operativa da luglio

Di Michela Della Maggesa

Safran ha comunicato gli ultimi dati finanziari, che hanno visto un aumento del 7,8% dei ricavi rettificati nel primo trimestre a 4,24 miliardi di euro, grazie soprattutto alle divisioni Aerospace e Security. In una conferenza con gli analisti, Philippe Petitcolin, ceo di Safran, ha inoltre annunciato che la joint venture paritetica Airbus Safran Launchers (ASL), che sta sviluppando il nuovo lanciatore Ariane 6, sarà operativa a partire dal 1° luglio, dopo “la soluzione di alcune formalità tecniche e amministrative”. Petitcolin ha quindi spiegato che l’indagine della Commissione europea, avviata mesi fa riguardo il controllo di Arianespace da parte di ASL è stata aperta in parallelo allo sviluppo della joint venture stessa. “Si tratta di uno scambio di informazioni, non di un indagine vera e propria – ha detto il ceo -. Abbiamo risposto ad una prima serie di domande e ci accingiamo adesso ad una seconda tornata, in piena collaborazione”.
La Commissione europea sta valutando i possibili impatti dell’acquisizione delle azioni di Arianespace, attualmente in mano all’Agenzia spaziale francese, da parte della joint venture sulla concorrenza. Quel che si teme è che il controllo del provider europeo di servizi di lancio da parte di ASL possa impattare negativamente sull’innovazione e determinare prezzi più elevati. L’operazione ha suscitato molte critiche, sia da parte dei costruttori di satelliti come OHB e Thales Alenia Space, che temono una distorsione del mercato satellitare da parte del competitor Airbus, che da Avio, che teme una marginalizzazione del suo lanciatore Vega. In generale si ipotizzano riflessi negativi sul prezzo dei servizi di lancio, sull’allocazione degli slot e sull’accesso alle informative tecnologiche riguardo gli sviluppi futuri. Arianespace è il primo operatore al mondo nei servizi di lancio per satelliti commerciali in orbita geostazionaria ed ha il monopolio dei lanci istituzionali europei, oggi effettuati con i tre lanciatori Ariane 5, Soyuz e Vega.