Primo cliente statunitense per il Vega

Di Michela Della Maggesa

Ulteriori conferme per il lanciatore dell’Agenzia spaziale europea Vega. Grazie ad un contratto firmato da Arianespace, il vettore porterà in orbita satelliti per fotografie ad alta risoluzione della società americana Skybox Imaging. “Questo contratto – ha dichiarato l’amministratore delegato di Avio, Pier Giuliano Lasagni – conferma la competitività del lanciatore Vega e del know how di Avio come sistemista integratore. Siamo orgogliosi del ruolo dell’industria spaziale italiana nel mercato internazionale dei satelliti e ci prepariamo a questa missione con il primo cliente statunitense di Vega.” Il lancio avverrà dalla base spaziale della Guyana nel 2016. Il lanciatore Vega è progettato, sviluppato e realizzato per il 65% in Italia da Avio, attraverso la controllata ELV, partecipata al 30% da Asi.
Studiato per trasferire in orbita bassa (a circa 700 km dalla Terra) o eliosincrona satelliti per uso istituzionale e scientifico, per l’osservazione della Terra ed il monitoraggio dell’ambiente, il Vega nella configurazione attuale è in grado di mettere in orbita satelliti di massa fino a 1.500 Kg. Il mercato del lanciatore è attualmente quello istituzionale, ma soggetto ad ampliarsi, per effetto delle sue versioni evolute, la C/D (capace di payload di 2 tonnellate), il cui avvio è stato sancito dall’ultima ministeriale dell’Agenzia spaziale europea e la versione Vega E (da 3 tonnellate di carico utile), che potrà entrare in servizio oltre il 2020. La cadenza di lanci attuale del Vega è di 3 lanci ogni anno, ma per le versioni successive, si potrà arrivare fino a 5 lanci l’anno.