, In Evidenza

Il piccolo Stato asiatico ha lanciato il proprio piano di ammodernamento delle flotta elicotteristica siglando due contratti con i maggiori produttori mondiali del settore. Airbus Helicopters, divisione del colosso europeo, fornirà gli elicotteri militari medium-lift H225M, di cui Singapore diventa l’ottavo committente dopo Francia, Brasile, Messico, Malesia, Indonesia, Thailandia e Kuwait. L’ultima versione della famiglia Super Puma (Cougar) andrà proprio a sostituire i fratelli maggiori attualmente impiegati dalla Republic of Singapore Air force (Rsaf), in seervizio dal 1983. Gli elicotteri della categoria heavy-lift saranno invece sostituiti con i CH-47F Chinooks di Boeing che andranno a sostituire velivoli, sempre della famiglia Chinooks, in servizio dal 1994. “Gli H225M e i CH-47F possiedono migliori capacitò di salita e ricerca, e permetteranno alla Rsaf di soddisfare i requisiti della nostre Forze armate più efficientemente con meno elicotteri e meno personale”, si legge nella nota del ministero di Singapore. Non ci sono ancora dettagli sull’ammontare dei due contratti ma secondo indiscrezioni riportate dall’agenzia Reuters, l’ammontare complessivo del contratto sarebbe intorno a un miliardo di dollari. Alla gara per la commessa di Singapore aveva partecipato tra l’altro anche Leonardo-Finmeccanica.

“Siamo molto onorati che Singapore abbia selezionato il nostro H225M come proprio medium lift helicopter di nuova generazione”, ha detto il ceo di Airbus Helicopters Guillaume Faury. “Il Super Puma ha ben servito Singapore negli ultimi trent’anni. L’aggiunta del H225M – ha proseguito Faury – porterà un cambio di passo nelle capacità grazie a una piattaforma provata, versatile ed estremamente moderna capace di affrontare le missioni più impegnative”.