, In Evidenza, Slider

Secondo quanto riportato da Reuters, sarebbe in corso un testa a testa tra Lockheed Martin e Textron, per rilevare, al costo di circa 8 miliardi di dollari, Sikorsky Aircraft da United Technologies (UTC). In lizza per l’acquisto dello storico costruttore, uno tra i maggiori produttori al mondo di elicotteri, erano date anche Airbus e Boeing. Una decisione – riporta Reuters – potrebbe essere presa già entro fine luglio, dal momento che UTC sta valutando le offerte dei due costruttori.
L’intenzione riguardo la vendita della società si era palesata il mese scorso, quando UTC aveva annunciato l’uscita dal mercato elicotteristico, a causa del ribasso del costo del petrolio e del conseguente impatto sulle attività oil and gas. Secondo Reuters, il gruppo Textron avrebbe preparato un’offerta con alcuni investitori privati, mentre su Lockheed, interessata a diversificare il proprio portafoglio, al momento non vi è alcuna indiscrezione. Per alcuni analisti finanziari – sottolinea la Reuters – Lockheed riuscirebbe, con questa acquisizione, a produrre utili nel medio termine, in attesa che entri nel vivo la produzione dell’F-35.
In caso di vendita a Textron invece, che possiede già Bell Helicopters, la società vedrebbe notevolmente aumentate le sue quote sul mercato mondiale dell’ala rotante. Lockheed Martin e Sikorsky lavorano assieme in diversi programmi elicotteristici, incluso il “Marine One”, l’elicottero del presidente Usa, e l’MH-60, l’elicottero CSAR per la Navy e il corpo dei Marine. L’azienda americana era stata offerta anche a Finmeccanica, che però non lo ha ritenuto un affare appetibile. “Nel comparto degli elicotteri ci sono tanti produttori – aveva detto Mauro Moretti, numero uno di Finmeccanica durante l’assemblea degli azionisti -. In molti ci hanno offerto Sikorsky, ma non vogliamo fare un’altra Drs”. Sikorsky ha spiegato il ceo ha commesse prevalentemente militari e non ha una posizione finanziaria solida.