, In Evidenza

Il capo di stato maggiore dell’Aeronautica militare, generale Enzo Vecciarelli, è succeduto all’air general, Javier Salto, capo di stato maggiore dell’Ejercito del Aire, nel ruolo di direttore dello European Air Group. Questa posizione viene occupata dai capi di stato maggiore delle sette aeronautiche parte dell’EAG con una rotazione biennale. Durante la cerimonia, il generale Salto ha evidenziato i sostanziali progressi che l’EAG sta facendo nel campo del potere aereo. Nell’assumere la carica di direttore, il generale Vecciarelli ha sottolineato come ormai da vent’anni l’EAG stia giocando un ruolo vitale nel promuovere una cooperazione militare più stretta e promuovendo iniziative incentrate sull’interoperabilità tra i suoi membri.
Lo European Air Group riunisce le forze aeree di Belgio, Francia, Germania, Italia, Paesi Bassi, Regno Unito e Spagna. La missione del gruppo è quella di fornire soluzioni per l’interoperabilità tra le forze aeree che ne fanno parte, cosicché possano operare come un tutt’uno in tutte le fasi del conflitto. Esso agisce sotto la direzione di uno Steering Group composto dei capi delle sette aeronautiche, il cui presidente coincide con il Direttore dell’EAG. L’EAG interagisce con una fitta rete di contatti e coopera con una quantità di altre nazioni e organizzazioni multinazionali per raggiungere risultati concreti ai livelli tattico ed operativo. Il generale Vecciarelli diventa direttore in un momento in cui il gruppo è impegnato in molti progetti in quattro aree principali: operazioni aeree, sistemi di comunicazione e informazione/cyber, protezione delle Forze e logistica. Inoltre, il Gruppo ha recentemente dato il via al nuovo Combined Air Interoperability Programme, che mira ad affrontare le sfide del futuro poste da operazioni combinate di sistemi aerei di 4^ e 5^ generazione.