, Rassegna Stampa

Tra quattro anni gli oggetti connessi alla Rete potrebbero essere compresi tra i 20 e i 100 miliardi, con nuove forme di vulnerabilità che intaccheranno la nostra vita quotidiana. Come è emerso durante un convegno organizzato da Cyber Affairs a Maker Faire – a cui hanno partecipato anche l’agente speciale dell’Fbi Roderick Coffin e Alessandro Vitullo di Marsh – metterli a riparo è un imperativo…

Leggi qui l’articolo completo