, Rassegna Stampa

Non c’è dubbio, il rischio di campagne di disinformazione per influenzare il voto italiano del prossimo 4 marzo è reale, e fa paura. “Nessun allarme hacker, ma l’attenzione è altissima”, ha spiegato il ministro dell’Interno Marco Minniti. “C’è la massima attenzione dell’intelligence e della Polizia postale, che lavora con un gruppo altamente specializzato”, creato dal Viminale per frenare l’attività dei diffusori seriali di bufale. Ciò preoccupa soprattutto…

Leggi qui l’articolo completo